L'efficacia dei metodi di somministrazione di salbutamolo-ipratropio bromuro in caso di crisi di asma

Pneumologia | Tania Vuoso | 25/01/2010 11:16

Le crisi asmatiche acute rappresentano una delle emergenze più frequenti da affrontare in età pediatrica. Il trattamento tempestivo con una terapia efficace per via inalatoria può diminuire notevolmente il numero di ospedalizzazioni e il tempo di crisi. Uno studio effettuato presso l’Ospedale Pediatrico Eva Sámano di Michoacán in Messico ha avuto come obiettivo il confronto dell’efficacia della somministrazione di salbutamolo e ipratropio bromuro mediante un dispositivo di nebulizzazione con supplemento di ossigeno rispetto l’ipratropio bromuro somministrato in dispositivo di misurazione delle dosi con camera di spazio per il trattamento delle crisi d'asma nei bambini.

Durante tale studio sono stati selezionati casualmente quarantacinque bambini da uno a dodici anni di età, questi sono stati divisi in due gruppi e infine sono stati classificati in base al grado di difficoltà respiratorie. In seguito è stata somministrata la terapia per via inalatoria tre volte, e sono stati determinati l’ossimetria e i criteri di ospedalizzazione.
Dai risultati è emerso che i pazienti pediatrici con crisi asmatiche non gravi hanno mostrato un corso migliore con la combinazione salbutamolo e ipratropio bromuro somministrato in dispositivo di misurazione delle dosi con camera di spazio rispetto alla somministrazione degli stessi farmaci mediante un nebulizzatore con ossigeno supplementare, e la percentuale di ricoveri di bambini con crisi d'asma si è ridotta notevolmente. In definitiva per il trattamento delle crisi asmatiche nei bambini la somministrazione di salbutamolo e ipratropio bromuro con dispositivo di misurazione delle dosi, è stata più efficace della somministrazione mediante nebulizzatori con ossigeno supplementare.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato