Caso in Gran Bretagna: mal di denti da troppa aranciata

Odontoiatria | | 25/01/2010 12:08

Anche la sana abitudine di bere ogni giorno una bella spremuta d'arancia può rivelarsi dannosa.
E' il caso di Caroline Daniels, una donna di 54 del Surrey (Gb) che ha sempre seguito un'alimentazione sana, concedendosi solo qualche bibita gassata nelle serate con gli amici e preferendo spremute d'arancia quotidiane a tè e caffè. Due anni fa, però, la donna ha iniziato a soffrire di un mal di denti lancinante, che peggiorava sorseggiando aranciata fresca e bibite gassate.

La visita dal dentista ha rivelato un diffuso danno allo smalto dei denti. Ad essere stata erosa era la lamina protettiva più esterna, così che ogni sostanza fredda o calda penetrava attraverso queste aperture per arrivare ai nervi, scatenando il dolore. "Ho chiesto al medico come fosse stata possibile una cosa simile, dal momento che sono sempre stata molto attenta all'alimentazione e alla pulizia dei denti dopo ogni pasto", ricorda la Daniels.
Il dentista le ha spiegato che la 'colpa' era della sua passione per aranciate e bibite gassate. "Zuccheri e acidi del succo a lungo andare hanno attaccato lo smalto dei denti e le bibite gassate non hanno aiutato", racconta lei. Oltre tutto l'abitudine di lavare i denti subito dopo aver mangiato o bevuto ha peggiorato le cose, perché la superficie del dente è più morbida per un'ora circa dopo il consumo di succhi acidi, e così è più vulnerabile all'effetto di uno spazzolamento aggressivo. Secondo YanFang Ren, un dentista dell'Università di Rochester (Usa) che sta studiando questi problemi, spesso i danni da 'overdose' di aranciata iniziano da bambini. Secondo uno studio americano oggi fra i piccoli le carie scarseggiano, ma oltre la metà dei bambini di 5 anni ha perso parte della superficie dei denti a causa dell'erosione
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato