Fibrillazione atriale 'pandemia' del cuore, colpito 10% over 75

| 26/01/2010 12:54

cuore fibrillazione-atriale pandemia

Colpisce, secondo le stime, circa il 5-10% della popolazione sopra i 75 anni. E' la fibrillazione atriale, una vera e propria pandemia del cuore, che conta sempre più pazienti, anche per l'allungamento della vita media e il miglioramento tecnologico. Dell'argomento e delle possibili soluzioni per ottimizzare la diagnosi, la cura e l'informazione discuteranno domani rappresentanti delle istituzioni e medici al convegno "Fibrillazione atriale".

Un problema Sociale", promosso a Roma dall'Osservatorio sanità e salute, in programma nella Sala Capitolare della Biblioteca del Senato. La fibrillazione atriale è stata una patologia a lungo sottovalutata in passato, della quale si stanno recentemente chiarendo le gravi implicazioni cliniche. Ora, quindi, gli sviluppi nel suo trattamento chirurgico e transvenoso suscitano l'interesse nella letteratura scientifica internazionale. Vista la scarsa informazione, però, molti pazienti non sono a conoscenza della reale importanza del problema, e soprattutto delle moderne possibilità terapeutiche. Da qui il confronto tra 'addetti' ai lavori che si impegneranno, nonostante le risorse economiche e logistiche siano limitate, a trovare soluzioni a breve termine.