Federfarma, aumentano le ricette ma cala la spesa a carico del Servizio Sanitario

Farmaci | Redazione DottNet | 27/01/2010 10:13

Prosegue il calo della spesa farmaceutica netta a carico del SSN che, nei primi dieci mesi del 2009, ha fatto registrare una diminuzione del -1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, a fronte di un aumento del numero delle ricette del +3%.

Lo rivelano i dati della Federfarma secondo i quali la spesa farmaceutica convenzionata SSN a fine 2009 si dovrebbe essere attestata su un livello leggermente inferiore a quello del 2008. L'aumento del numero delle ricette, costante ormai da alcuni anni, può essere probabilmente correlato, tra l'altro, al calo del numero dei ricoveri, diminuiti nel 2008 del -1,7%, in conseguenza di un maggior ricorso all'assistenza farmaceutica territoriale. Nel periodo gennaio-ottobre 2009 le ricette sono state oltre 474 milioni, pari a quasi 8 ricette per ciascun cittadino. Le confezioni di medicinali erogate a carico del SSN sono state oltre 868 milioni, con un aumento del +3% rispetto allo stesso periodo del 2008. Ogni cittadino italiano ha ritirato in farmacia in media 14,6 confezioni di medicinali a carico del SSN. Nel mese di settembre 2009, la spesa farmaceutica netta convenzionata SSN è diminuita del -2,3% rispetto a settembre 2008, mentre il numero delle ricette è aumentato del +3,2%; nel mese di ottobre 2009 la spesa è diminuita del -5,4%, mentre il numero delle ricette è aumentato del +3,7%. Il netto calo di spesa di ottobre è dovuto al fatto che le farmacie, in questo mese nella quasi totalità delle Regioni, hanno dovuto pagare la prima rata della trattenuta dell'1,4% imposta a loro carico per il 2009 dal decreto-legge Abruzzo. Fra gli elementi da segnalare l'incremento del numero delle ricette e di un contestuale calo del valore medio delle ricette stesse (-3,9%): si prescrivono più farmaci, ma di prezzo mediamente più basso.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato