Cancro alla prostata: anche le forme aggressive sconfitte da anticorpo F77

| 29/01/2010 12:13

Si chiama F77, un nuovo anticorpo monoclonale, in grado di far regredire fino all`85% di diverse forme tumorali alla prostata, comprese alcune forme considerate attualmente incurabili.

La scoperta, condotta da Mark Greene della University of Pennsylvania School of Medicine di Filadelfia, è stata pubblicata sulla rivista internazionale Pnas-Proceedings of the National Academy of Sciences. L`anticorpo è in grado di attaccare direttamente il tumore alla prostata, ma anche di aiutare il sistema immunitario a individuare e distruggere le cellule cancerogene. Inoltre, spiegano i ricercatori, mettendo in evidenza la molecola con un marcatore si potrebbe consentire ai medici di monitorare la diffusione del cancro, rivelando con precisione in quale zona del corpo stanno crescendo le metastasi. "Una significativa riduzione nel tasso di crescita del tumore è stata osservata nei topi iniettati con F77. Dopo 10 giorni, la dimensione media dei tumori nei topi trattati era cresciuta da 30 millimetri cubi a 79,7 millimetri cubi - spiega Greene -, mentre i topi non trattati con F77 dopo 10 giorni avevano una massa tumorale pari a 195,8 millimetri cubi".

Per ulteriori informazioni clicchi qui

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato