Vertebroplastica e cifoplastica: chirurgia mininvasiva delle fratture della colonna vertebrale

Ortopedia | | 02/02/2010 11:29

Le fratture patologiche sono tutte le fratture causate da traumi minimi delle ossa indebolite da qualche processo patologico quali l’osteoporosi, i tumori, ecc..Le fratture vertebrali patologiche più comuni sono la compressione delle vertebre torolombari nei pazienti geriatrici.

In considerazione del fatto che la popolazione geriatrica ha spesso numerose comorbilità, la qualità dell'osso indebolito e che la strumentazione della spondilodesi ha aumentato il rischio chirurgico, il trattamento di scelta per le fratture descritto presso il Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia dell'Università di Sarajevo sono minimamente invasive. Il principio del trattamento minimamente invasivo delle fratture di compressione della colonna vertebrale è l'iniezione di cemento osseo via percutanea nel corpo vertebrale collassato attraverso delle cannule transepediculare, sotto il controllo dei raggi X. Dopo questa procedura, il paziente avverte l’assenza del dolore, la piena mobilità e inoltre i rischi della chirurgia sono più bassi. Per avere informazioni delle prime esperienze riguardanti la vertebroplastica, la cifoplastica, la biopsia percutanea di metastasi della colonna vertebrale eseguite presso il Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia dell'Università di Sarajevo clicchi qui

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato