Abbott e Pierre Fabre SA annunciano la collaborazione per lo studio e lo sviluppo di un nuovo trattamento contro il cancro.

Redazione DottNet | 03/02/2010 16:26

cure-palliative dolore-cronico sanità-pubblica legge-38

Abbott e Pierre Fabre SA hanno annunciato oggi un accordo di licenza esclusivo e mondiale per lo sviluppo e la commercializzazione di h224G11, un anticorpo monoclonale contro il recettore di membrana cMet per il trattamento del cancro. L’anticorpo monoclonale h224G11, attualmente in fase pre- clinica, è stato scoperto nel Centro di Immunologia Pierre Fabre (CIPF) in Francia.

La proteina cMet gioca un ruolo importante nella progressione di vari tumori solidi quali tumori alla prostata, al polmone ed tumori gastrici ed è un mediatore nella resistenza alla chemioterapia. Come parte dell’accordo, le Aziende intendono anche collaborare nella ricerca di ulteriori anticorpi anti cMet di nuova generazione.
“cMet è un target tumorale importante e la ricerca di base su questo composto sembra promettente” dice John Leonard, MD, vicepresidente mondiale di Ricerca e Sviluppo di Abbott. “Non vediamo l’ora di sviluppare la nostra pipeline in oncologia, che prevede la ricerca di nuove strategie per combattere il cancro”.
h224G11 agisce legandosi in maniera specifica alla proteina cMet, interrompendo così la trasduzione del segnale portando alla morte le cellule tumorali e prevenendo la crescita del tumore. L’anticorpo inibisce anche la migrazione delle cellule tumorali e l’angiogenesi.
“Grazie al team di ricercatori dedicati alle biotecnologie, punto di forza della ricerca Pierre Fabre SA, siamo stati in grado di sviluppare un potente inibitore proteino-specifico del recettore cMet. Siamo lieti di poter condividere con i ricercatori di Abbott questo importante risultato” ha dichiarato Jean - Pierre Garnier, Amministratore Delegato di Pierre Fabre SA.
In base all’accordo di licenza e collaborazione, Abbott intrapenderà lo sviluppo e la commercializzazione degli anticorpi monoclonali che hanno come target il recettore cMet. Pierre Fabre SA riceverà da subito 25 milioni di dollari come fondo per supportare nuove ricerche e scoperte nell’arco di due anni.

Fonte:  Comunicato stampa Pierre Fabra Pharma