Steatosi epatica in pazienti con epatite B cronica

Redazione DottNet | 16/09/2008 10:42

La steatosi epatica, comunemente presente in pazienti con epatite C cronica (CHC), può influenzare la severità della fibrosi in tali pazienti ed è correlabile sia a fattori metabolici che virali. E’ invece ancora argomento di studio la steatosi epatica in pazienti con epatite B cronica (CHB), in particolare la sua frequenza, i fattori ad essa correlati e la sua influenza sulla severità della fibrosi presente nei pazienti. In China, presso l’Istituto di Epatologia dell’Università di Pechino, è stato condotto uno studio relativo su 153 pazienti con epatite cronica B sottoposti a biopsia epatica nei 4 anni precedenti.

I pazienti affetti da CHB con steatosi avevano età ed indice di massa corporea (BMI) maggiori rispetto ai pazienti CHB senza steatosi. Le valutazioni effettuate hanno portato ad evidenziare correlazione tra steatosi, BMI ed ALT e tra livelli di ALT, grado di epatite B e scores HAI (histology activity index) e tra fibrosi, score HAI e HBV-DNA. Non è stata invece rilevata nessuna significativa associazione tra stadio avanzato di fibrosi e steatosi. I risultati dello studio hanno evidenziato che la steatosi epatica è presente più frequentemente in pazienti con epatite B cronica (CHB) che nella popolazione generale. I dati acquisiti portano ad ipotizzare che la steatosi in pazienti CHB possa essere dovuta a fattori metabolici ed il virus dell’epatite B possa favorire indirettamente lo sviluppo di steatosi. Dallo studio è risultato che la steatosi presente in pazienti CHB non è associata al grado di severità della fibrosi.
Per saperne di più
 

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato