Analisti: Venezuela mercato piu' problematico delle Americhe

Redazione DottNet | 04/02/2010 17:30

E' il Venezuela il mercato farmaceutico più problematico delle Americhe: secondo il Business Environment Rating report relativo al primo trimestre 2010 compilato da Business Monitor International, il Paese si piazza ultimo nella classifica delle 10 nazioni studiate dagli esperti analisti come terra d'investimenti per il futuro.
 

Per le aziende farmaceutiche, il paese guidato da Hugo Chavez presenta infatti un ambiente ostile in cui lavorare, con scarsissime leggi che coprano la proprietà intellettuale sui frutti della ricerca e un regime politico che si dichiara sostanzialmente contrario all'impresa privata. Il tutto anche se il suo potenziale di sviluppo potrebbe essere considerevole, data la rapida crescita della popolazione urbana e le buone reti di distribuzione dei medicinali. Entro il 2019, Bmi stima che il mercato farmaceutico venezuelano raggiungerà un valore di 63 miliardi di bolivar (14,6 miliardi di dollari), con un tasso di crescita annuale composto del 33% in valuta locale. Nonostante ciò, a causa dell'indebolimento della moneta venezuelana e della forte inflazione registrata nel 2009 e prevista per il 2010, il valore in dollari di questo mercato risulterà in calo.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato