Bologna, per lo psicologo si va in farmacia

Farmacia | | 05/02/2010 17:15

Uno psicologo gratis nella farmacia sotto casa. A Milano è stato un successo, con quasi 600 colloqui in sei mesi, così l'esperimento è stato bissato da lunedì scorso anche a Bologna.

 Cinque le farmacie coinvolte (più una a Casalecchio) e tre le psicoterapeute formate dall'istituto Erich Fromm che lavoreranno da 'psicologhe di base', ricevendo chiunque voglia parlare dei propri problemi (a patto che sia maggiorenne) e indirizzando i pazienti verso la terapia più adeguata. L'idea è venuta all'Ascom e allo stesso istituto Erich Fromm. L'obiettivo è cogliere una nuova utenza che normalmente non si rivolge a uno specialista. D'altronde, secondo una ricerca della Regione Emilia-Romagna, solo nell'ultimo anno il 7,3% degli emiliano-romagnoli ha sofferto di almeno un disturbo mentale e il 18,6% lo ha avuto nel corso della vita. Di questi solo il 35% ne ha parlato con un medico, il 16% con un famigliare mentre il 40% non si è confidato con nessuno. Le categorie più a rischio sono donne, anziani e disoccupati. Si vuole adesso anche riuscire a fare un report dell'incidenza di questi disagi nelle varie realtà cittadine. Per usufruire del servizio bisogna prenotarsi in una delle farmacie Ascomfarma di Bologna. Le segnalazioni saranno girate all'Erich Fromm che prenderà appuntamento con i pazienti nelle sei farmacie selezionate: quella dei Servi in Strada Maggiore, dell'Immacolata in via Bastia, dei Pini in via Barelli, la Sant'Anna di via Don Minzoni, la Zincone di via Sardegna e la Salus di Ugo Bassi a Casalecchio. Il massimo di incontri per paziente è di tre.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato