Contratto, raggiunto l’accordo: no di Cgil e Uil

Sindacato | Redazione DottNet | 10/02/2010 10:38

E' stato raggiunto poche ore fa l'accordo per il rinnovo del contratto dei 130 mila medici e veterinari del servizio sanitario nazionale per il biennio 2008-2009, scaduto il 31 dicembre scorso.

 La Cgil medici e la Uil medici sono le uniche due sigle che non hanno sottoscritto la pre-intesa a causa delle norme sull'indennità esclusiva di rapporto che viene inserita nel monte salariale, compromettendone, secondo i sindacati, il valore politico. L'aumento medio mensile lordo sarà di 179,32 euro. La rivalutazione dell'indennità dell'esclusività del rapporto con il servizio sanitario nazionale è di 26 euro al mese lordi. Nella parte normativa spicca il capitolo sulle sanzioni disciplinari introdotte dalla legge Brunetta. Nell'accordo è stato introdotto il reintegro, fino ad oggi non previsto, in caso di licenziamento ingiustificato. Le aziende sanitarie saranno obbligate a dotarsi di strumenti di prevenzione del rischio clinico, con una copertura assicurativa in tutte le asl. Infine sono state introdotte norme chiarificatrici sulle ferie e sull'orario di lavoro straordinario.

 

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato