FDA: via libera nuova indicazione rosuvastatina

| 11/02/2010 15:14

fda

La Food and Drug Administration (FDA) americana ha approvato una nuova indicazione per il farmaco anticolesterolo rosuvastatina: il medicinale potrà essere impiegato per la riduzione del rischio di ictus, infarto miocardico e procedure di rivascolarizzazione in persone che non presentano evidenze cliniche di malattie coronariche in atto, ma con un aumentato rischio di malattie cardiovascolari dovuto all'età avanzata (uomini =50 anni e donne =60 anni), un livello di proteina C reattiva ad alta sensibilità e la presenza di un altro fattore di rischio cardiovascolare aggiuntivo, quale, ad esempio, ipertensione, bassi livelli di colesterolo Hdl, fumo o una storia famigliare di coronaropatia prematura.

L'approvazione della FDA - sottolinea una nota AstraZeneca - è basata sui risultati di JUPITER (Justification for the Use of statins in Primary prevention: an Intervention Trial Evaluating Rosuvastatin), uno studio che ha valutato l'efficacia di rosuvastatina 20 mg nella riduzione della morbilità e della mortalità cardiovascolare in una popolazione mai studiata in precedenza. Nello studio JUPITER, rosuvastatina, in confronto con placebo, ha dimostrato una significativa riduzione del 54% del rischio di infarto, del 48% di ictus e di rivascolarizzazione arteriosa del 46%. ''Questa approvazione - commenta Howard Hutchinson, Chief Medical Officer di AstraZeneca - non è solo una significativa pietra miliare per AstraZeneca ma è anche importante per i pazienti, che potranno beneficiare del trattamento con rosuvastatina anche per questa nuova indicazione. Essa si aggiunge all'insieme di evidenze scientifiche a disposizione del medico per valutare rosuvastatina come importante opzione terapeutica.''