Glaxo, riorganizzata la ricerca, procedono le altre attività

Redazione DottNet | 12/02/2010 19:51

aziende farmaci

La riorganizzazione della GlaxoSmithKline prevista ''riguarda il solo settore delle ricerche e non mette in alcun modo in discussione la continuità delle altre attività presenti nel polo di Verona, cioè la produzione di antibiotici per oltre 120 paesi nel mondo e le strutture del quartier generale di GSK Italia'' e ''lo stesso vale per il resto delle attività produttive svolte a Parma e per quelle commerciali di Milano e nel resto d'Italia''.

Lo precisa la stessa azienda farmaceutica, sottolineando anche come l'azienda abbia ad oggi ricevuto il 10% degli incentivi relativi gli Accordi di programma. ''Speculazioni destituite di ogni fondamento come, ad esempio, un trasferimento della produzione in Cina - afferma l'azienda - non solo creano confusione ed ingiustificate ansie nella popolazione e nei dipendenti ma ostacolano anche ogni forma di dialogo fra le parti sociali quale mezzo per trovare soluzioni al problema concordate ed a favore dei lavoratori''. Quanto agli incentivi degli Accordi di programma, ''a fronte degli investimenti prima programmati e poi concretamente effettuati - rileva l'azienda - GSK e' risultata destinataria di un incentivo pari a 23.697.226,00 per la ricerca preclinica e 3.845.896 per la produzione. L'erogazione di detto incentivo (soggetta all'effettiva disponibilità della risorse finanziarie da parte del Ministero dell'Economia) e' stata disposta, ad oggi, esclusivamente per la somma di 2.369.722,60 per la ricerca preclinica e 384.589 per la produzione, pari al 10% dell'intero importo''. GlaxoSmithKline, prosegue l'azienda, ''ha da sempre autofinanziato la quasi totalità delle proprie spese ed investimenti, con un ricorso marginale o nullo negli anni a fondi pubblici. D'altro canto l'azienda si rende conto di come la ristrutturazione decisa a livello internazionale possa incidere sulla volontà di erogare gli incentivi ancora dovuti e si rimette fin d'ora alle decisioni in materia delle stesse Autorità competenti''.