Lettieri (pdl): i farmacisti assunti nella Coop hanno un contratto da operai

Redazione DottNet | 12/02/2010 19:53

medicina ministero-della salute previdenza sanità-pubblica balduzzi onaosi

I farmacisti che lavorano nei 'corner' delle Coop hanno un contratto da operai. Lo rivela il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri (Pdl) in un'interrogazione parlamentare ai ministri del Welfare e della Salute depositata al Senato.

 ''Ai farmacisti assunti dalla cooperativa Estense - scrive Lettieri - sarebbe stato attribuito il livello contrattuale di 'operaio specializzato provetto'. L'attribuzione di tale profilo contrattuale sarebbe assolutamente inadeguata e incongrua con riferimento alla tipologia di mansione lavorativa da questi ultimi svolta''. Il senatore suggerisce un diverso inquadramento per i farmacisti: ''Risulterebbe sicuramente più consono alle competenze di tali professionisti il loro inquadramento nella categoria dei quadri, nel ruolo di 'capi settori di negozio''', e, ad avviso dell'interrogante, sarebbe in ogni caso opportuna la creazione, in tale sede contrattuale, di un apposito profilo, differenziato dagli altri ruoli.