Condono previdenziale : mini-sanatoria contributiva in Finanziaria

Previdenza | Giovanni Vezza | 17/02/2010 12:19

Con l’intento di fronteggiare la crisi e sostenere la ripresa, la Commissione bilancio alla Camera ha espresso un giudizio favorevole di ammissibilità nei confronti di un emendamento alla Legge Finanziaria che ha inserito una mini sanatoria contributiva per le imprese al fine di consentire a queste ultime la regolarizzazione dei contributi e dei premi non pagati, anche se iscritti a ruolo e finiti in cartella di pagamento.Infatti, previa presentazione di una apposita domanda entro il termine del 31 gennaio scorso (30 giorni dall’entrata in vigore della Finanziaria), tali imprese possono procedere al pagamento agevolato, da effettuarsi entro il 28 febbraio 2010, dell’importo integrale dei contributi, beneficiando però dell’applicazione di sanzioni civili ridotte nella misura del 40%. In alternativa al pagamento in un’unica soluzione, la procedura di regolarizzazione prevede anche il versamento rateale nel numero massimo di 24 rate mensili con l’applicazione degli interessi di dilazione.

 

L’applicazione della regolarizzazione è possibile anche da parte dei contribuenti i cui crediti, per contributi e premi assicurativi, siano stati inseriti in ruoli esattoriali. A tal fine,se il contribuente ha già provveduto a versare ai concessionari quanto dovuto senza il pagamento delle somme aggiuntive a titolo di sanzioni, o in alternativa vi provvederà entro il 28 febbraio prossimo, egli sarà ammesso a regolarizzare la propria posizione debitoria mediante la corresponsione agli stessi concessionari delle somme aggiuntive sempre entro la medesima data.
I concessionari dovranno successivamente comunicare agli enti impositori i dati relativi ai versamenti effettuati dai singoli contribuenti che si sono avvalsi della regolarizzazione.
In conclusione, l’integrale versamento di quanto dovuto, determinato secondo le norme agevolate, estinguerà tutte le violazioni civili, amministrative e penali connesse alle violazioni previdenziali e assicurative accertate, escludendo, conseguentemente, le eventuali spese legali, di riscossione e di esecuzione connesse al recupero dei contributi a mezzo di ruoli esattoriali. Nel caso, però, di mancato pagamento anche di una sola rata, qualora il contribuente abbia scelto di effettuare il pagamento in forma dilazionata, si avrà la decadenza dei benefici richiesti.
Con riferimento a medici e odontoiatri, l’iniziativa riveste particolare interesse per la categoria dei sanitari dipendenti da società professionali mediche o da case di cura, i quali potranno vedersi stabilizzata la propria posizione assicurativa, entrando così stabilmente nel mondo del lavoro.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato