Nutrizione su misura ai bebè, corso al Gemelli di Roma

| 17/02/2010 16:40

"La nutrizione clinica ha sempre stimolato nella comunità scientifica un grande interesse - spiega Maggio in una nota - ma esistono ancora molte zone grigie che, specie nei primi giorni di vita, rendono la gestione degli apporti di macro e micronutrienti ancora problematica e soprattutto poco uniforme da centro a centro. La sfida principale del neonatologo è infatti quella di riuscire a replicare nel bambino, in modo efficace e sicuro, lo stesso flusso di alimenti che la placenta garantiva immediatamente prima della nascita, superando le difficoltà create dalle malattie in corso e dall'immaturità dei sistemi digestivi e metabolici".

A complicare ulteriormente il quadro va ricordata la mancanza di sistemi di monitoraggio affidabili, come invece esistono per la funzione del cuore e dei polmoni, sui quali la ricerca sta lavorando intensamente per limitare le scelte empiriche. I partecipanti al corso si confronteranno sugli apporti di liquidi ed elettroliti, sui fabbisogni di proteine, su rischi della nutrizione parenterale, sui vantaggi del latte materno e su tutto quello che giornalmente anima le discussioni tra gli specialisti chiamati a decidere la nutrizione nei neonati critici. L'ultima sessione del corso sarà dedicata al rapporto, sempre più stretto e importante, tra informatica e nutrizione neonatale.

Fonte: Adnkronos
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato