artrosi quale cura

Ortopedia | Francesco Gualato | 18/02/2010 18:38

OGGI LA CURA DELL'ARTROSI E' DIVENTATA UNA BUFALA .PREMETTO CHE IL DOLORE NON E' UNA MALATTIA MA UN'INFORMAZIONE"DI QUALCOSA CHE NON VA"QUIDI NON BISOGNA CURARE IL DOLORE MA BENSI'LA RADICE DEL PROBLEMA:LA DEGENERAZIONE CARTILAGINEA.PREMESSO QUESTO SI PUO' AFFERMARE CHE LA CARTILAGINE A LIVELLO MOLECOLARE E'COSTITUITA DA PICCOLISSIMI CANALICOLI ATTRAVERSO I QUALI ESSA SI NUTRE.INFATTI IL PADRE ETERNO NON HA PREVISTO VASCOLARIZZAZIONE DI ESSA,PER CUI E' UN TESSUTO NOBILE CHE SI SCOCCIA SUBITO SE VIENE SMOLESTATA ANCHE DI POCO,INFATTI SE SI LESIONA DIFFICILMENTE RIPARA.LA CARTILAGINE E' UN TESSUTO CONNETTIVO RICCO DI CELLULE ,I CONDROCITI E I CONDROBLASTI E HA DIVERSI STRATI ANDANDO DALLA SUPERFICIE ALLA PROFONDITA' SINO ALL'OSSO SUBCONDRALE,SI COMPORTA COME UN MATERASSINO AD ACQUA IN CERTE SITUAZIONI E DI CEMENTO ARMATO IN ALTRE.ALLORA BISOGNA TROVARE IN NATURA DEI FARMACI CHE ABBIANO UN DIAMETRO MOLECOLARE INFERIORE AL DIAMETRO DEI CANALICOLI E CHE POSSANO PENETRARE ALL'INTERNO DEL RETICOLO OVE SI TROVA LA SOSTANZA FONDAMENTALE CON IL TROPOCOLLAGENO,IL COLLAGENE.NELLA MIA ESPERIENZA DI ORTOPEDICO E' STATO OSSERVATO CHE SOLO IL DONA FIALE A BASE DI ACIDO CONDROITINSOLFORICO E LO ZEEL-T(FARMACO SVIZZERO)RIESCONO AD ENTRARE ALL'INTERNO DEI PORI DELLA CARTILAGINE AVENDO UN DIAMETRO MOLECOLARE INFERIORE DEL DIAMETRO DEL CANALICOLO DELLA CARTILAGINE.LA LORO SOMMINISTRAZIONE AVVIENE A CICLI :PER GLI ARTI SUPERIORI TRE CICLI OGNI ANNO,PER GLI ARTI INFERIORI 4 CICLI OGNI ANNO.LA LORO INDICAZIONE PRINCIPALE SI INDIRIZZA VERSO QUELLE FORME DI PREARTROSI DEL GINOCCHIO DELLA SPALLA DELLA CAVIGLIA  DELL'ANCA DELLE ARTICOLAZIONI FACCETTALI DELLA COLONNA VERTEBRALE IN CUI IL DOLORE E' IL PRIMO SINTOMO SENZA ANCORA BLOCCO ARTICOLARE.IL SOTOSCRITTO PER L'ANCA, LA CAVIGLIA E IL GINOCCHIO SOMMINISTRA 1 FIALA DI DONA INTRAMUSCOLARE A GIORNI ALTERNI PER 20 GIORNI ALLE ORE 08.00 DEL MATTINO RISPETTANDO SEMPRE L'ORARIO,INOLTRE 1 FIALA DI ZEEL-T INTRAMUSCOLARE OGNI 3 GIORNI PER 30 GIORNI ORE 10.00 DEL MATTINO RISPETTANDO SEMPRE L'ORARIO.QUANDO IL CICLO DELLE FIALE VIENE TERMINATO SOMMINISTRO UNA BUSTINA DI DONA DOPO COLAZIONE PER 1 MESE.ALLA FINE DEL DONA BUSTINE SEGUE UN PERIODO DI RIPOSO PER 60 GIORNI IN CUI IL PAZIENTE NON FA NESSUNA TERAPIA.LA TERAPIA MEDICA HA UNA CERTA CADENZA SETTIMANALE ONDE CONVIENE AL FINE DI NON APPORTARE FASTIDI DI SCARSA CHIAREZZA VERSO I PAZIENTI ANZIANI STILARE UN CALENDARIO OVE VENGONO TRASCRITTI  LE FIALE, RISPETTANDO PERFETTAMENTE GLI ORARI DEI DUE FARMACI ED ANCHE LE GIORNATE.RIBADISCO CHE E' MOLTO IMPORTANTE TALE CADENZA PERCHE' I FARMACI NON DEVONO MAI ACCUMULARSI NEL SANGUE,INFATTI IN BASE ALLO SCHEMA SETTIMANALE CI SONO GIORNI CHE IL DONA SI SOMMINISTRA DA SOLO,CI SONO GIORNI CHE LO ZEEL-T SI SOMMINISTRA DA SOLO,CI SONO GIORNI CHE I DUE FARMACI CADONO INSIEME,E CI SONO INFINE GIORNI CHE I FARMACI NON SI SOMMINISTRANO.E' IMPORTANTE IL PRIMO GIORNO: INIZIARE LA TERAPIA CON IL DONA FIALE ALLE ORE 08.00 DEL MATTINO E FAR SEGUIRE LO ZEET-T ALLE ORE 10.00 E POI DI SEGUITO RISPETTARE LO SCHEMA DI SOMMINISTRAZIONE.ALLA FINE DEL 1° CICLO DI TERAPIA IL PAZIENTE CHE ERA CON I BASTONI CANADESI PER PATOLOGIA PREARTROSICA DELL'ANCA O DEL GINOCCHIO HA LASCIATO I CANADESI AFFERMANDO DELL'OTTIMO RISULTATO OTTENUTO SULLA SINTOMATOLOGIA DOLOROSA.QUESTA TERAPIA E' STATA PRATICATA DAL SOTTOSCRITTO ORMAI DA CIRCA 10 ANNI E I RISULTATI SONO STATI QUASI SEMPRE OTTIMI.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato