Tasso testosterone sensibile al sole, fenomeno legato a vitamina D

| 22/02/2010 09:21

sesso

Virilità sensibile al sole. La presenza di testosterone, principale ormone sessuale maschile, sarebbe infatti influenzata negli uomini dai raggi solari. Un meccanismo legato alla vitamina D, capace di aumentare il livello dell'ormone. Quelli che hanno tassi di questa vitamina di almeno 30 nanogrammi per millilitro nel sangue - hanno dimostrato ricercatori dell'università di Medicina di Graz (Austria) - presentano livelli di testosterone superiore alla media.

 

Secondo gli scienziati austriaci, inoltre, il tasso medio di ormone maschile nel sangue segue lo stesso tipo di variazioni del tasso di vitamina D. Dai dati è emerso che tutti e due i livelli 'crollano' nel mese di ottobre per arrivare alla soglia più bassa a marzo, prima del 'risveglio' di primavera. La vitamina D, infatti, è sensibile ai raggi solari (Uva) e la minore intensità di irraggiamento in questo periodo dell'anno in Europa potrebbe spiegare il fenomeno.
Il testosterone è responsabile dello sviluppo degli organi sessuali, della produzione di sperma e del controllo del desiderio maschile. Per quanto riguarda la vitamina D, invece, il 90% viene 'creato' dalla pelle e il tasso ideale di quest'ormone nei maschi è di 40-60 nanogrammi per millilitro di sangue.

Fonte: AdnKronos