Interrogazione a Fazio su consiglio superiore, è imparziale?

Sanità pubblica | | 23/02/2010 16:36

Un'interrogazione sul Consiglio superiore di sanità (Css) fresco di nomina, in cui si
avanzano dubbi sull'imparzialità dell'organo consultivo. A rivolgerla al ministro della Salute, Ferruccio Fazio, i senatori radicali eletti nelle fila del Pd Marco Perduca e Donatella Poretti. "A seguito delle nomine emanate per decreto dal ministro Sacconi - spiega Poretti in una nota - molti membri del Consiglio superiore di sanità sono vicini al Governo, con la presidenza affidata al membro di diritto Enrico Garaci, che già è presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss)", ricorda.
"Una situazione che fa sorgere dubbi sulla imparzialità dell'organo consultivo supremo della sanità italiana - scrive la senatrice radicale - Inoltre non è chiaro quanto debba durare il mandato di presidente.
Per questo con il senatore Marco Perduca, su indicazione dell'associazione Luca Coscioni, ho rivolto un'interrogazione al ministro della Salute per sapere: se ritiene che l'attuale composizione del Css rappresenti in maniera equilibrata i diversi orientamenti della società scientifica e civile in modo da garantire, nella sua funzione consultiva, l'imparzialità delle decisioni.

Se il duplice impegno di Enrico Garaci, per quanto non impedito da norme di legge, possa essere considerato opportuno secondo
un principio di divisione dei ruoli e delle competenze tra le funzioni
consultiva e tecnico-scientifica dei due massimi organi della sanità italiana".
Infine, "se la nomina a presidente del Css di Garaci, pur essendo egli membro di diritto dell'organo, sarà dichiarata decaduta alla data del 20 luglio 2010", giorno in cui, stando al decreto ministeriale che regola la composizione del Consiglio superiore di sanità, scade il mandato dei componenti non di diritto del Css. Il testo dell'interrogazione è consultabile all'indirizzo web.   

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato