Takeda dona sistema laparoscopico a S. Salvatore l'Aquila

Otorinolaringoiatria | | 24/02/2010 11:53

Un nuovo e avanzato sistema laparoscopico, full hd e utile per tutte le attività chirurgiche, è stato donato questa mattina all'ospedale San Salvatore dell'Aquila dall'azienda farmaceutica Takeda Italia.

In accordo con la dirigenza sanitaria - si legge in una nota - Takeda, grazie anche al generoso contributo dei suoi dipendenti, ha dotato l'ospedale abruzzese di una strumentazione destinata a soddisfare diverse esigenze. Questo nuovo sistema sarà particolarmente utile per tutti quei cittadini che necessitano di diagnosi precise e, in particolare, di interventi in urologia, ginecologia, otorinolaringoiatria e ortopedia.La donazione sarà accompagnata anche da azioni di formazione del personale tecnico. "Questo nuovo sistema laparoscopico - ha detto il presidente della Regione, Giovanni Chiodi - consentirà di qualificare ulteriormente l'assistenza sanitaria sul territorio e di aggiungere un tassello importante per una rapida ripresa dell'attività ospedaliera all'Aquila. Servono risposte innovative - ha proseguito - per affrontare una grande sfida, per una gestione migliore dell'ospedale che deve arricchirsi e divenire un complesso armonico sul territorio, improntato all'efficienza".
All'incontro sono intervenuti, oltre al presidente della Regione, anche l'assessore alle Politiche della Salute, Lanfranco Venturoni; il direttore generale Asl 1, Giancarlo Silveri, e il presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti, Lorenzo Del Boca. E ancora. Il vice prefetto vicario, Graziella Patrizi, e il vice sindaco, Giampaolo Arduini. In rappresentanza dell'azienda, invece, il presidente e amministratore delegato, Maurizio Castorina, che ha descritto l'iniziativa e l'impegno di Takeda per L'Aquila.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato