Con le cooperative tra medici i costi della sanità si abbattono

Sanità pubblica | | 24/02/2010 22:20

"Le cooperative tra medici, di base e specialisti, potrebbero rappresentare una rete in grado di offrire servizi di prevenzione e di assistenza sul territorio per ridurre l'ospedalizzazione e i suoi elevati costi".

Lo ha affermato Giuliano Poletti, presidente di Legacoop, intervenuto a Roma alla conferenza stampa di presentazione del protocollo di intesa tra Federsanità- ANCI e ANCoM, Associazione Nazionale delle Cooperative Mediche. Paoletti ha inoltre sottolineato come la forma societaria cooperativa possa consentire "alle strutture pubbliche di dedicarsi all'attività di urgenza e di cura delle patologie gravi con un livello di efficienza e di qualità più elevati". ''L'idea - ha concluso - è quella di una partnership tra pubblico e privato sociale che senza mettere in discussione, anzi valorizzando, il ruolo del soggetto pubblico trovi nell'integrazione dei servizi la risposta più efficace ed economica''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato