Aifa e Farmindustria unite per rafforzare agenzia regolatoria

Redazione DottNet | 25/02/2010 11:59

Rafforzare ulteriormente l'Agenzia italiana del farmaco, per dare al Paese un'agenzia regolatoria "sempre più efficiente" e "autorevole a livello internazionale". Questo l'obiettivo condiviso da Aifa e Farmindustria, spiega una nota congiunta diffusa dopo un incontro fra il direttore generale e il presidente del Consiglio di amministrazione dell'Aifa e il Comitato di presidenza di Farmindustria. Tra i temi sul tavolo le procedure di via libera ai nuovi farmaci, le ispezioni a tutela della sicurezza del cittadino e l'aumento d'organico dell'ente regolatorio nazionale.

"L'Aifa è al centro del sistema farmaceutico pubblico italiano -si legge nella nota - E' quindi quotidianamente chiamata a rispondere alla crescente domanda di salute del Paese e a gestire in maniera efficiente l'assetto regolatorio, che costituisce anche uno degli elementi fondamentali per la competitività delle imprese che operano ed investono in Italia. Il processo di trasformazione e di riorganizzazione dell'agenzia ha consentito di raggiungere importanti risultati, migliorando in modo rilevante l'efficienza regolatoria", sottolineano Aifa e Farmindustria. Ma "si tratta di un percorso che vaimplementato ed esteso in tempi brevi - aggiungono - per conferire all'Aifa un ruolo trainante e di eccellenza nel contesto regolatorio internazionale, confermandone la centralità - per Istituzioni e industria - nella farmaceutica del Paese".
Durante la riunione, "sono state affrontate diverse tematiche fra le quali quelle relative alle procedure autorizzative, alle ispezioni - riporta ancora la nota - identificando anche modalità condivise per migliorare ulteriormente l'efficienza e la trasparenza. E' stata inoltre sottolineata l'importanza dell'ampliamento della pianta organica dell'Aifa, fortemente voluta dal direttore generale dell'Aifa, professor Guido Rasi, e sostenuta dal presidente di Farmindustria, dottor Sergio Dompé. Le imprese hanno confermato la volontà di contribuire con la loro analisi all'impegno in atto della Presidenza, della Direzione generale e del Consiglio di amministrazione dell'Aifa".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato