Scontrino, così diventa detraibile: istruzioni per il farmacista

| 13/03/2010 19:35

L’Agenzia delle entrate ha precisato quali sono le diciture che possono essere presenti sullo scontrino della farmacia per renderlo detraibile al momento della dichiarazione dei redditi.

Le novità imposte dal Garante
Dall’inizio di quest’anno è entrata in vigore la modifica degli scontrini della farmacia, richiesta lo scorso anno dal Garante della Privacy. Lo scontrino della farmacia non indicherà più il nome del farmaco acquistato, ma soltanto il codice di immissione al commercio (AIC), così da rispettare la privacy del paziente, che in sede di dichiarazione dei redditi non sarà più obbligato a render note le malattie di cui soffre a chi gli presta assistenza fiscale.

 

Le nuove diciture ammesse
L'Agenzia delle entrate ha deciso di allargare le maglie che vincolavano gli scontrini detraibili con la dichiarazione dei redditi. Infatti, d'ora in poi lo scontrino della farmacia potrà essere detratto tra le spese mediche se indica una delle seguenti diciture: "farmaco", "medicinale", "med.", "f.co", "otc" e "sop" (sigle che indicano i medicinali di automedicazione, senza prescrizione medica), "omeopatico", "ticket" o "preparazione galenica".
Rimangono escluse dalla detrazione i prodotti definiti come "integratori" o "fitoterapici" (spesso erroneamente definiti fitofarmaci).
Non è ammessa alcuna altra dicitura o documentazione allegata allo scontrino ai fini della detraibilità della spesa.

Ricette addio
Dopo tre anni l'Agenzia delle entrate ha finalmente deciso di eliminare l'obbligo di allegare una fotocopia della ricetta "rossa" allo scontrino che riporta la dicitura "ticket". Come avevamo più volte rilevato, la dicitura "ticket" su uno scontrino farmaceutico indica esclusivamente l'acquisto di un medicinale, di conseguenza pretendere la fotocopia della prescrizione medica significa obbligare il contribuente a sostenere un costo che spesso supera quanto poi recuperato al momento della dichiarazione dei redditi. Stiamo parlando di centesimi purtroppo, ma dobbiamo ricordarci che spesso e volentieri chi acquista farmaci in regime di esenzione è già costretto a sostenere molte spese mediche durante l'anno perché affetto da patologie croniche.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato