Case report: isterectomia in donna con diabete per rimuovere mioma uterino

| 18/03/2010 11:36

anemia

Il mioma uterino (leiomioma suppurativo dell'utero) è una rara condizione risultante da infarto e dall'infezione di un leiomioma. È più frequente nelle donne in gravidanza o in donne in postmenopausa che soffrono di malattia vascolare. La condizione è di solito fatale se non trattata con antibiotici appropriati e l'intervento chirurgico.
È stato segnalato un caso di una donna afro - caraibica di quarantaquattro anni affetta da diabete, che ha presentato episodi ricorrenti di dolore addominale e febbre per un periodo di cinque mesi. Il suo problema si è rivelato, imitando colecistite, pielonefrite e cancro ovarico, un dilemma diagnostico.

La sua emocoltura è stata positiva per Staphylococcus epidermidis. Un'ecografia ha indicato la presenza di fibromi uterini, ma una tomografia computerizzata ha invece suggerito una neoplasia ovarica, poiché la massa appariva alla TAC eterogenea con aree riempite di liquido. La paziente è stata trattata con diversi cicli di antibiotici ed eventualmente con laparotomia; successivamente la paziente si trovata ad avere un mioma uterino grande, il quale è stato rimosso con successo mediante isterectomia subtotale che ha comportato una risoluzione immediata e completa dei suoi sintomi.
La diagnosi di miomi uterini deve essere quindi considerata in donne in perimenopausa con fibromi di grandi dimensioni e febbre di origine sconosciuta.