Con la terapia genica si potrà rigenerare l'osso

Redazione DottNet | 18/09/2008 11:26

chirurgia fibroplasti osso

Potrebbe non essere lontano il giorno in cui saremo in grado di costruire il tessuto osseo dalle nostre stesse cellule in caso di bisogno. Il lavoro che il gruppo guidato da Enrico Pola, dirigente medico del Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia dell'Università Cattolica - Policlinico Gemelli di Roma ha pubblicato su Gene Therapy apre infatti la strada a una tecnica innovativa per ottenere la formazione di osso in vivo.

Il lavoro appena pubblicato dimostra la possibilità di poter ottenere la formazione di osso in tre diversi modelli chirurgici sperimentali. Questa tecnica in futuro potrebbe essere applicata anche su pazienti. Tutto ciò grazie all'impianto di fibroblasti cutanei, un tipo di cellule presenti in tutti i tessuti molto semplici da isolare, che si possono ottenere con una biopsia della pelle. ''In seguito - continua Pola - modifichiamo i fibroblasti con un gene da noi scoperto nel 2004, il Lim Mineralization Protein-3 (LMP3). Questa modificazione genetica li trasforma in cellule in grado di indurre la formazione di cellule di osso con grandissima efficienza''. Nell'articolo, i ricercatori hanno dimostrato la fattibilità di questo intervento su modelli animali, per tre possibili tipi di intervento chirurgico ortopedico applicabili all'uomo come ricostruzione di osso dopo gravi fratture. La speranza è quella di poter arrivare alla sperimentazione sull'uomo entro un paio di anni.