Emile Blomme nuovo Presidente e Amministratore Delegato di Elsevier Srl

| 23/03/2010 11:51

Dalla carta al web: il colosso mondiale dell’editoria medico scientifica punta ad un media mix che consenta all’utente l’accesso all’informazione in qualunque momento e in qualunque posto lo desider

Emile Blomme è il nuovo Presidente e Amministratore delegato di Elsevier Srl, filiale italiana di Elsevier, leader mondiale dell’editoria scientifica e medica. Già nel novembre 2009, Blomme ne era stato nominato Amministratore Delegato ad interim, mentre ora la carica viene confermata a tempo indeterminato.
Olandese di Tilburg, 49 anni, Emile Blomme vanta 20 anni di esperienza nell’editoria, di cui 9 con Reed Elsevier e 3 in Schibsted Classified Media Srl (ora Secondamano).
La sua ampia conoscenza del processo di transizione dai prodotti editoriali cartacei a quelli elettronici si annuncia come l’ingrediente essenziale per lo sviluppo e l’attuazione di una nuova strategia “e-focused” di Elsevier in Italia, già avviata nel 2008 due anni fa con l’acquisizione di Edra Spa.

«Siamo davanti a nuove sfide, nell’editoria in generale e in quella medico-scentifica in particolare» afferma Blomme. «Innanzitutto, dobbiamo fare i conti con una crisi economica che ha avuto un impatto devastante sul mercato pubblicitario. Internet ha cambiato gli scenari della comunicazione e dell’informazione. Nel settore specifico dell’editoria medica, poi, sappiamo di operare in un’area nella quale il sostegno pubblico al welfare va riducendosi sempre più».

Per far fronte a tale scenario, Elsevier si è già da tempo strutturata puntando ad incrementare l’area dell’editoria elettronica, come testimoniato dall’acquisizione recente di Edra Spa a forte specializzazione nell’on line (ricordiamo, tra tutti, i brand Doctornews e Farmacista33), con l’obiettivo di continuare a migliorare i servizi offerti alla comunità medica e all’industria che opera nell’ambito della salute e del benessere, a costi più contenuti. Senza però abbandonare il mezzo editoriale più tradizionale, ovvero la carta.

 

 

 

Informazione e formazione sono le parole chiave del futuro prossimo di Elsevier. «L’informazione è il cuore del nostro business e noi dovremo offrire tutti gli strumenti necessari per veicolarla» conclude Blomme. «Nel futuro non avremo soltanto libri, riviste o giornali nella loro forma classica, ma offriremo sempre più accessi elettronici all’informazione, come già avviene, per esempio, con Codifa, il nostro database dei farmaci o con portali di informazione/educazione per il pubblico come Dica33. Il crescente bisogno di informazione renderà più ampia la necessità di formazione e starà alla comunità medico scientifica scegliere se averne accesso attraverso l’Università, in un corso, o nel proprio ambulatorio grazie alla cosiddetta Formazione a distanza. A noi, invece, il compito di cogliere le opportunità del mercato in forte cambiamento ritagliando soluzioni su misura».

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato