“A voce alta”. Giornata mondiale europea della logopedia

| 26/03/2010 11:34

aziende-farmaceutiche ema farmaci farmacovigilanza

Rauca, soffiata, debole, incostante o nulla. Sono tanti i disturbi che possono interessare la voce, cui è dedicata quest'anno la Giornata europea della logopedia con lo slogan 'A voce alta'. L'appuntamento è promosso dal Comité Permanent de Liaison des Orthophonistes-Logopèdes de l'Union Europeénne (Cplol). Per l'occasione, la Federazione logopedisti italiani (Fli) è impegnata a fornire le giuste e corrette informazioni al pubblico. Sarà dunque possibile consultare e scaricare, per tutto marzo, dal sito www.fli.it, articoli e documenti con le regole per prevenire i disturbi della voce e mantenerla sana. Sarà anche possibile ottenere i numeri di telefono dei centri specializzati e delle federazioni provinciali cui poter chiedere ogni informazione. Cosa fare, dunque, per mantenere una voce sana?

Soprattutto se se ne fa un uso estensivo per motivi professionali o per abitudine personale, occorre seguire alcune semplici regole di igiene vocale e prevenzione: non fumare; non urlare; mantenere una buona idratazione delle mucose bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno; umidificare correttamente l'ambiente; evitare di parlare in ambiente rumoroso; evitare di parlare lontani dall'interlocutore; usare se possibile i sistemi di amplificazione quando si parla in pubblico; limitare l'uso della voce in caso di raffreddamento; evitare i fenomeni di acidità digestiva, poiché anche questi irritano le corde vocali e, infine, evitare cambi repentini di temperatura. "Lo slogan del 2010, 'A Voce Alta' - spiega la presidente Fli, Tiziana Rossetto - vuole essere soprattutto un augurio per tutti coloro che presentano gravi disturbi della voce. E soprattutto un appello a prestare attenzione: prima che il disturbo si consolidi, infatti, è necessario tenere d'occhio i cambiamenti della propria voce. Se la disfonia si prolunga oltre le 2 settimane, bisogna rivolgersi al foniatra o all'otorinolaringoiatra".
Fonte: Adnkronos