In 435 mln con diabete nel 2030. Lo sviluppano 2 persone ogni 10 secondi, ne uccide 4 mln l'anno

Diabetologia | | 29/03/2010 10:51

Un esercito di 435 milioni di persone costrette a fare i conti con il diabete. Tra 20 anni appena, ovvero nel 2030, saranno questi i numeri di una patologia che già oggi mostra dati da brivido, con 4 mln di morti l'anno e ben due persone ogni 10 secondi nel mondo che sviluppano la malattia. A fare i conti su quella che ormai da più fronti viene definita una vera e propria pandemia, politici e addetti ai lavori riuniti oggi e domani a Roma per il Changing Diabetes Barometer Forum. Obiettivo, discutere proposte dirette a migliorare le cure, contenere i costi della sanità pubblica e arginare una pandemia che fa sempre più paura.
La meta prioritaria a cui punta il Forum capitolino è la costituzione di una 'roadmap', ovvero una rete di collegamento in grado di armonizzare dati ed evidenze relative allo stato del diabete a livello locale, favorendo così lo sviluppo di un piano di azione nazionale coerente ed efficace, nonché un sistema di cura uniforme e integrato su tutto il territorio, ponendosi come una guida reale per le Regioni.

Il Governo, intanto, "ha mostrato molta attenzione per le malattie croniche - assicura in un videomessaggio il ministro della Salute Ferruccio Fazio - compreso il diabete, patologia che va affrontata sotto diversi aspetti, da quello della ricerca scientifica all'impatto sociale", nonché "all'organizzazione dei servizi sanitari"che questa malattia richiede. Il responsabile della sanità sottolinea inoltre "l'importanza del territorio" nella battaglia con questa patologia, e assicura che l'Esecutivo "si sta occupando di identificare percorsi corretti per gestire in modo sempre migliore" questa e altre malattie croniche.
Dello stesso avviso il sottosegretario Eugenia Roccella, che nel suo intervento alla 'due giorni' sul diabete è tornata a sottolineare "il ruolo delle Regioni, perché il Governo sta facendo la sua parte ma ha molti limiti, e le cose deve farle assieme" agli enti locali. "Allearsi contro il diabete - aggiunge Antonio Tomassini, presidente dell'Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione e presidente della XII Commissione Igiene e sanità del Senato - non rappresenta semplicemente un'opzione strategica, ma una scelta necessaria. Questa malattia deve essere affrontata e analizzata come una pandemia globale che interessa semprepiù tutti noi". A tale scopo durante il Barometer Forum verrà presentato anche il 'Think Tank', laboratorio permanente di confronto che verrà realizzato con l'università di Roma Tor Vergata e vedrà la partecipazione delle società scientifiche, delle associazioni dei pazienti, delle Istituzioni e perfino dei media, e che si tradurrà in documenti in grado di individuare le possibili aree di intervento in contesti politici, sociali, economici e clinici.
Fonte: Adnkronos
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato