Linfoma follicolare

Redazione DottNet | 18/09/2008 13:31

Il linfoma follicolare è un linfoma indolente, ma che, generalmente, “concede” al paziente un lungo periodo di sopravvivenza. In alcuni casi però, accade che questo tipo di tumore si trasformi, per cause ancora sconosciute, in una forma istologica più aggressiva che può condurre alla morte del paziente. Presso il Dipartimento di Patologia della British Columbia Cancer Agency a Vancouver, è stato studiato il significato prognostico di alterazioni citogenetiche secondarie sulla sopravvivenza del paziente, attraverso l’analisi di 210 campioni bioptici di linfoma follicolare.

Oltre un periodo di 10 anni, il 31% dei casi ha sviluppato una forma tumorale più aggressiva. La sola alterazione rilevata nei cariotipi diagnosticati, correlabile ad una sopravvivenza generale più breve, era un cromosoma X addizionale, solo nei maschi; ciò ha suggerito che altri meccanismi, inclusi fattori epigenetici e sovraespressione di geni sul cromosoma X, possono giocare un ruolo nella patogenesi del linfoma follicolare. In cariotipi trasformati, traslocazioni 8q24 (MYC) erano comuni (14/37) e risultavano in una sopravvivenza media di 3 mesi post trasformazione. Nel 43% dei campioni bioptici sierici non risultavano le alterazioni citogenetiche trovate nel cariotipo originale di linfoma follicolare. Ciò suggerisce che la progressione del cariotipo del linfoma follicolare non è strettamente lineare in tutti i casi e, dunque, lo studio dell’evoluzione clonale nel linfoma follicolare usando biopsie in serie può non rappresentare la piena complessità delle alterazioni genetiche che conducono a trasformazione tale tipo di tumore.
Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato