Vaccini: in Europa nessun problema di sicurezza per anti-rotavirus Gsk

Farmaci | | 08/04/2010 12:10

Nessun problema di sicurezza per il vaccino orale anti-rotavirus Rotarix* di GlaxoSmithKline (Gsk). A sostenerlo è l'Agenzia europea sui medicinali (Ema), al contrario della propria 'collega' americana Food and Drug Administration, che Oltreoceano ha disposto la momentanea sospensione dell'utilizzo del prodotto, a causa di una contaminazione virale.
Secondo l'Ema, "la presenza inaspettata in alcuni lotti di Rotarix* di Dna di un ceppo virale che non causa malattie", cioè il Pcv1, comunemente presente anche negli alimenti a base di carne, "non rappresenta un rischio per la salute pubblica" e non si ritiene dunque necessario interrompere l'uso del vaccino. In particolare, a deciderlo è stato il Committee for Medicinal Products for Human Use (Chmp) dell'Ema, che ha organizzato una riunione straordinaria dopo aver appreso del problema e della decisione della Fda.

In ogni caso, l'Ema evidenzia che "il Dna virale non dovrebbe essere presente nel vaccino", ed ecco perché l'Agenzia ha richiesto a Gsk di identificare la causa della contaminazione e di intraprendere misure per evitarla. Se dovessero emergere ulteriori dati, l'Ema si riserva di prendere decisioni in merito nelle riunioni di aprile e maggio.

Fonte: AdnKronos
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato