Problemi a scuola per 2,5 milioni di baby-italiani

Redazione DottNet | 18/09/2008 15:24

occhi prevenzione

Occhi arrossati, vista affaticata e mal di testa. Ad accusare questi fastidi nelle ore scolastiche sono due milioni e mezzo di bambini italiani, eppure il 70% dei genitori 'snobba' la prevenzione e non sottopone i propri figli a visite oculistiche regolari. A lanciare l'allarme in vista del ritorno sui banchi è la Commissione difesa vista (Cdv), che invita le famiglie a preoccuparsi per tempo degli occhi dei piccoli: "Così si evitano eventuali difficoltà di apprendimento e la loro interferenza con i risultati scolastici", assicura Francesco Loperfido, responsabile del Servizio di oftalmologia generale all'ospedale San Raffaele di Milano.
 

"L'apprendimento è facilitato se entrambi gli occhi funzionano al meglio – avverte - Non vederci o vederci male rallenta molto l'attenzione dello studente". Che sforzandosi di leggere si perde molte spiegazioni. Concorda Silvio Maffioletti, docente del Corso di laurea in ottica e optometria all'università degli Studi di Milano Bicocca e consulente Cdv: "La visione è la modalità sensoriale che fornisce la maggior quantità di stimoli al cervello - spiega - e che nel bambino svolge un ruolo primario nel suo sviluppo senso-motorio, nella sua relazione con l'ambiente e nella sua crescita sociale e culturale". In particolare, "il complesso processo chiamato lettura non può prescindere da una visione integra ed efficiente". Un concetto apparentemente banale che molti genitori dimenticano, riferisce la Cdv in una nota. Salvo poi arrabbiarsi se i bimbi non portano a casa buoni voti. Insomma, chi vede male studia meno, garantiscono gli esperti. Da qui la necessità di giocare d'anticipo, portando i piccoli dall'oculista e imparando a riconoscere i sintomi 'spia' dei problemi più diffusi. La prima regola è "valutare la familiarità con i disturbi visivi: se un genitore soffre di miopia, ipermetropia e astigmatismo, è probabile che anche i suoi figli ne soffrano", evidenzia Loperfido.