Defibrillatori semaforo aiuteranno il ritmo del cuore

Redazione DottNet | 14/04/2010 20:18

Passi avanti nelle tecniche di monitoraggio del ritmo cardiaco per i pazienti ai quali è stato impiantato un defibrillatore, in grado di allontanare il rischio di morte improvvisa, evento per il quale, ogni anno in Italia si registrano 60mila decessi, a causa di cardiopatie congenite o malattie cardiache precedenti. ''La principale novità - afferma Michele Gulizia, presidente dell'Associazione italiana di aritmologia e Cardiostimolazione (AIAC) - è rappresentata dai sistemi di monitoraggio dell'attivita' del ritmo cardiaco, in chi ha un defibrillatore impiantabile, basati in casa''. Si tratta di piccoli dispositivi posizionati nell'abitazione della persona e collegati per via telematica con il centro medico presso il quale è stato effettuato l'impianto.

 ''Quando la persona entra in casa - prosegue Gulizia - il trasmettitore, in alcune versioni anche un telefono cellulare, riceve dal defibrillatore impiantato tutti i dettagli sul ritmo cardiaco, sul livello di carica delle batterie, sui segni di una lieve ischemia in corso o di un possibile edema polmonare in procinto di svilupparsi''. Se il sistema registra anomalie allerta immediatamente il centro e contemporaneamente, grazie a un vero e proprio 'semaforo del cuore', segnala alla persone se tutto è ok (luce verde), se c'è qualche problemino (luce gialla), oppure se è meglio farsi visitare subito (luce rossa).

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato