Farmaci, la ricerca è in crisi: occorrono nuove strade

Redazione DottNet | 18/04/2010 11:55

aifa farmaci iss ricerca

La ricerca su nuovi farmaci è in crisi, e serve un cambiamento nel modo in cui le nuove molecole passano dai laboratori ai letti dei pazienti. L'allarme viene dagli esperti riuniti a Roma per il convegno 'Emerging complexity in medicine' all'Istituto Superiore di Sanità (Iss). ''C'è una caduta delle registrazioni dei nuovi farmaci - spiega Enrico Garaci, presidente dell'Iss - in molti settori mancano i nuovi prodotti nonostante siano in continua crescita gli investimenti nel settore. Si calcola che ormai per sviluppare un nuovo farmaco servano 1,6 miliardi di dollari, bisogna discutere tutti insieme, industria, mondo della ricerca e pazienti, per regole più flessibili e approcci innovativi''.

Al convegno partecipano alcuni tra i massimi esperti mondiali nel campo, alla ricerca di possibili soluzioni su nuovi metodi soprattutto per effettuare i trials clinici delle molecole, la parte più delicata del percorso del farmaco. ''Questo e' un primo pensatoio per conciliare le esigenze dei pazienti, che hanno bisogno di cure innovative, dei 'terzi pagatori', come il Servizio Sanitario nazionale, che devono avere i farmaci a prezzo sostenibile, e delle industrie - spiega Guido Rasi,direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) - nello studio di questi cambiamenti il ruolo dell'Aifa non cambia, e anzi sta partecipando attivamente al processo''.