Influenza del temperamento dei neonati e dello stress dei genitori sulla chirurgia per cardiopatie congenite complesse

Cardiologia | | 23/04/2010 16:03

Uno studio condotto dal “The Children's Hospital of Philadelphia” in collaborazione con la “University of Pennsylvania School of Nursing” ha avuto lo scopo di individuare e confrontare le differenze di temperamento e di stress materno tra bambini con cardiopatie congenite complesse e controlli sani a tre mesi di età. Per tale scopo un campione di studio è stato estratto da uno studio longitudinale già esistente che stava esaminando la crescita nei bambini con cardiopatie congenite rispetto ai controlli sani. Nello specifico il temperamento infantile e lo stress dei genitori sono stati misurati in 129 diadi madre-bambino. I criteri di inclusione per i bambini con cardiopatie congenite complesse sono stati: >/= 36 settimane d’età, >/= 2500 grammi alla nascita, chirurgia nelle prime sei settimane di vita, senza difetti gravi congeniti o sindromi genetiche. Il questionario sul temperamento della prima infanzia (The Early Infancy Temperament Questionnaire ) e l’indice di stress dei genitori (Parent Stress Index) sono stati gli strumenti di valutazione utilizzati.

 Dai risultati è emerso che i bambini con la fisiologia del singolo ventricolo hanno mostrato un umore maggiormente negativo (F = 7.14, P <.001) rispetto al gruppo di bambini con fisiologia biventricolare o di controllo. Le richieste di cura per bambini con cardiopatie congenite sono una fonte di stress rispetto ai neonati di controllo (P <.05). Inoltre cinque di sei sottoscale del “Child Domain” sono stati importanti fonti di stress nel gruppo dei bambini con singolo ventricolo rispetto ai gruppi con biventricolo e di controllo. Lo stato d'animo negativo e la difficoltà nel placare i bambini sono stati fattori predittivi per il “Child Domain” e lo stress totale della vita (Total Life Stress) nei neonati con singolo ventricolo. Le esigenze dei genitori di un bambino irritabile con fisiologia a singolo ventricolo mettono le madri a rischio di elevati livelli di stress. I risultati ottenuti hanno quindi suggerito la necessità di una preventiva guida per i genitori affinché essi possano comprendere meglio e rispondere meglio allo stile comportamentale dei bambini, in particolare, ai neonati con la fisiologia del ventricolo sinistro.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato