° TRIMESTRE 2010 DI ST. JUDE MEDICAL: RICAVI A 1,26 MLD $ (+11%) E UTILI PER 239 MLN $ (+19%)

| 28/04/2010 15:48

Milano, 22 aprile 2010 - St. Jude Medical (NYSE: STJ), gruppo americano leader al mondo nella progettazione, produzione e commercializzazione di dispositivi medicali per il trattamento delle patologie cardiovascolari e neurologiche e attivo anche in Italia, ha chiuso il primo trimestre del 2010 registrando ricavi pari a 1,26 miliardi di $, +11% rispetto ai 1,13 miliardi di $ dello stesso periodo del 2009. Gli utili sono stati 239 milioni di $ in confronto ai 201 milioni del 2009 (+19%).

A conferma del positivo andamento economico e reddituale, St. Jude Medical è entrata a far parte, per la prima volta, al 445° posto, nella classifica FORTUNE 500, la graduatoria pubblicata annualmente dalla rivista Fortune, che comprende le 500 maggiori imprese statunitensi sulla base del loro fatturato.

“Questi risultati riflettono il beneficio apportato dalla nostra recente ristrutturazione, superando le stime in tre dei quattro nostri business. Inoltre, l’utile per azione è cresciuto del 29%”, ha commentato Daniel J. Starks, Chairman, Presidente e CEO dell’azienda.

Il settore CRM (Cardiac Rhythm Management: defibrillatori impiantabili e pacemaker) ha registrato ricavi per 752 milioni di $, +11% sul primo trimestre 2009. Nel settore Cardiovascolare, le vendite sono state pari a 256 milioni di $, +7% rispetto al pari periodo dello scorso anno. I ricavi nel settore della Fibrillazione Atriale sono stati pari a 170 milioni di $, con una crescita del 17% rispetto allo stesso periodo del 2009. Infine, l’area Neurostimolazione ha registrato ricavi per 84 milioni di $, con un +15% rispetto al 2009.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato