Tumori: Fazio, presto mozione a sostegno prevenzione

Oncologia | | 29/04/2010 13:17

"In tutti i Paesi moderni bisogna procedere con il diritto alla prevenzione. L'impegno politico c'è e c'è una mozione dell'onorevole Gabriella Carlucci a sostegno delle attività di screening, che molto probabilmente verrà recepita dal Governo". Lo ha affermato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, questa mattina a Roma durante il forum 'Screening mammografico, un diritto delle donne, un dovere per le istituzioni'. "Da medico, prima che da ministro, sono favorevole alle pratiche dello screening", spiega. "Abbiamo esaminato e proposto questo tema alla conferenza Stato Regioni - continua il ministro - Sappiamo che esistono delle differenze tra Nord, dove in prevalenza c'è una migliore estensione e una migliore adesione allo screening mammografico, e Sud. Anche se - precisa Fazio - nel 2008 lo screening è molto migliorato in Campania e in Puglia. Da qualche giorno, inoltre, sono in rete sul portale del ministero indicatori di appropriatezza di ospedali e Asl, tra questi anche i dati sulla prevenzione. E' un grande esempio di trasparenza. Bisogna territorializzare la sanità e continuare con le campagne di informazione. Senza dimenticare l'importanza degli screening personalizzati: la donna a rischio alto deve fare esami differenziati rispetto a chi ha un rischio normale", sottolinea.

"Questo è un settore in cui l'Italia è abbastanza avanti rispetto agli altri Paesi - aggiunge il ministro - anche se non si è mai abbastanza avanti fino a quando non si è raggiunta una percentuale soddisfacente su tutto il territorio nazionale". Sui fondi sanitari delle Regioni, il ministro ricorda che "il Governo può dare delle linee guida e svolgere un'azione di coordinamento. La responsabilità, invece, è degli amministratori regionali. Stiamo lavorando - concludeFazio - insieme alle Regioni al serio problema delle liste d'attesa.
Fonte : Adnkronos
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato