I risultati di un nuovo studio confermano l’efficacia e la sicurezza di bisacodile

Farmaci | | 11/05/2010 15:16

In uno studio clinico condotto di recente da Boehringer Ingelheim, il bisacodile ha dimostrato in modo chiaro la propria efficacia nell’aumentare la frequenza delle evacuazioni e favorire la regolarità intestinale. L’impiego di bisacodile ha migliorato significativamente il quadro dei sintomi correlati alla stitichezza, nella quasi totalità dei tempi di rilevazione degli stessi, oltre ad aver innalzato il livello della qualità della vita dei pazienti. Lo studio, i cui risultati sono stati presentati per la prima volta in occasione del Digestive Disease Week 2010 (New Orleans, 1 - 5 maggio), ha, inoltre, confermato il ben noto profilo di sicurezza di bisacodile. Lo scopo di questo nuovo studio (multicentrico, randomizzato in doppio cieco per gruppi paralleli, con placebo come gruppo di controllo) era quello di stabilire l’efficacia e la sicurezza di un trattamento per via orale della durata di quattro settimane con compresse di bisacodile da 10 mg, assunte una volta al dì, in pazienti affetti da stitichezza cronica (secondo i criteri ROME III). Lo studio ha coinvolto 368 pazienti con schema di randomizzazione 2:1 rispettivamente per bisacodile o placebo, dopo un periodo basale di due settimane durante il quale non veniva assunto il farmaco. I dati di efficacia venivano registrati giornalmente dai pazienti per mezzo di un diario elettronico.

“Nelle quattro settimane di trattamento, il numero medio di evacuazioni intestinali spontanee settimanali (obiettivo primario di efficacia) è stato significativamente superiore nel gruppo che ha assunto bisacodile rispetto al gruppo placebo (p<0,0001) – ha commentato il Professor Stefan Müller-Lissner della Park-Klinik Weissensee di Berlino, uno dei maggiori esperti mondiali di gastroenterologia – Bisacodile, somministrato per via orale, ha dimostrato di essere un trattamento efficace e ben tollerato nei pazienti che soffrono di stitichezza: ha aumentato la frequenza delle evacuazioni e migliorato i sintomi correlati alla stitichezza, quali il senso di gonfiore e di disagio addominale. Il trattamento, inoltre, ha mantenuto i suoi benefici nel tempo, anche nel periodo successivo alle quattro settimane di studio”.E’ stato, poi, dimostrato per la prima volta che il trattamento con bisacodile migliora la qualità della vita, la capacità di svolgere le normali attività quotidiane e il benessere generale dei soggetti affetti da stitichezza. Lo studio ha confermato, inoltre, che l’effetto del farmaco si manifesta tra le 6 e le 12 ore dall’assunzione, sfatando il luogo comune secondo il quale i lassativi agiscono troppo velocemente. Nella vita reale, coloro che soffrono di stitichezza si trovano di fronte a un interrogativo comune nel momento in cui si deve scegliere un farmaco di automedicazione: ‘sarà efficace?’. In base all’effetto ottenuto, si decide se assumere ancora un determinato farmaco o meno. In questo studio sono stati i pazienti stessi a valutare l’efficacia complessiva finale dopo le quattro settimane di trattamento. “L’80% dei pazienti che hanno assunto il bisacodile – conclude il Professor Müller-Lissner - ha valutato l’efficacia del farmaco ‘buona’ o ‘soddisfacente’. Il confronto fra i risultati ottenuti nei gruppi in studio ha mostrato differenze statisticamente significative a favore del bisacodile. Il bisacodile viene commercializzato da Boehringer Ingelheim col nome commerciale di Dulcolax®.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato