Chirurgia estetica: lifting e l'addominoplastica sono i trend maschili

| 11/05/2010 16:40

Una tartaruga che non emerge nonostante mesi di palestra, un collo che si rilassa troppo sul colletto della camicia, braccia poco toniche sotto la maglietta estiva, i pettorali che assumono forme femminili. Sono i disagi che l'uomo porta nell'ambulatorio del chirurgo plastico, dove ormai va sempre più spesso. E dove chiede interventi estetici rapidi, discreti, efficaci e non invasivi. E' quanto emerge dal XXXI Congresso Nazionale della Società italiana di medicina estetica che si è chiuso in questi giorni a Roma. Secondo i dati degli esperti gli interventi più richiesti restano il lifting e l'addominoplastica tradizionali, ma gli uomini esitano davanti alla prospettiva di traumi cutanei, cicatrici visibili, fasciature imbarazzanti e lunghi tempi di recupero dopo il ritocco. Non a caso gli interventi mini invasivi, insieme alle tecniche che rendono più soft le operazioni, sono stati tra i protagonisti del congresso romano.

Molte le metodologie presentate. Come il 'lifting senza bisturi', (Plasmalipo), una tecnica inventata in Giappone e utilizzata per la prima volta in Italia che, sfruttando la luce al plasma, punta a stimolare le fibre di collagene, sciogliere la massa grassa e distendere l'epidermide di glutei, interno cosce, viso, interno braccia, giro vita. La luce al plasma, infatti, è efficace a temperature basse per lo scioglimento dei grassi e il ringiovanimento. La promessa è la possibilità di un 'lifting da week end', per permettere - se le promesse vengono mantenute - anche ai maschi più 'riservati' di tornare in ufficio il lunedì improvvisamente ringiovaniti senza dare troppe spiegazioni.
Fonte: Adnkronos
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato