Arriva un software per gestire meglio i pazienti

Medicina Generale | | 17/05/2010 20:29

Per evitare errori medici e gestire al meglio i propri pazienti, arriva il nuovo software che aiuta i medici di famiglia ad effettuare con rapidità e semplicità analisi approfondite dei dati contenuti nelle cartelle cliniche. Già disponibile per 18.000 camici bianchi di tutta Italia, lo strumento di lavoro è stato presentato a Firenze, nel corso di un master dedicato al tema. Si chiama Mille General Practice e Governance (Gpg) e supporterà il medico che, come spiega Ovidio Brignoli, vicepresidente della Società Italiana di Medicina Generale (Simg),''ha bisogno di chiedersi e di sapere, per esempio, quanti sono i pazienti con particolari patologie, le loro comorbilità, come essi sono trattati o se hanno raggiunto determinati obiettivi di salute''.

Con più di 70 indicatori riferiti a 16 patologie, soprattutto croniche, ogni medico, inoltre, potrà valutare la propria attività nel corso del tempo e confrontarsi con quella degli altri utenti, vedere le criticità gestionali, e quindi scoprire se ci sono particolari rischi clinici, o ancora monitorare i costi e la sicurezza. ''Grazie alla diffusione di Gpg - sottolinea infine Claudio Cricelli, presidente Simg - da settembre cominceremo a comunicare i costi standard definiti come 'costi dell'efficienza', e siamo già oggi in grado di definire la soglia di efficienza del medico rispetto alla globalità del suo lavoro, oltre che per singola patologia''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato