ACE-inibitori naturali come alternativa ai farmaci sintetici: prospettive future nel settore farmaceutico

Cardiologia | | 20/05/2010 10:22

L’ipertensione rappresenta uno dei principali fattori di rischio indipendente per le malattie cardiovascolari. L’enzima ACE gioca un ruolo fisiologico importante nella regolazione della pressione sanguigna attraverso la conversione dell’angiotensina I in angiotensina II, un potente vasocostrittore. Pertanto, l'inibizione dell’attività ACE rappresenta l’obiettivo importante nella prevenzione dell'ipertensione. Recentemente, la ricerca di ACE-inibitori naturali come alternativa ai farmaci di sintesi è di grande interesse per prevenire diversi effetti collaterali di questi ultimi; nello specifico sono stati derivati da organismi marini una serie di nuovi composti come potenziali ACE-inibitori, quali peptidi bioattivi, derivati citolisaccaridici, florotannini.

Questi derivati con potenzialità nel prevenire l'ipertensione possono essere sviluppati sia come farmaci e sia come nutraceutici. L’obiettivo di una review effettuata dalla “Marine Biochemistry Laboratory” in collaborazione con il Dipartimento di Chimica della Pukyong National University di Busan in Korea ha avuto lo scopo di discutere e analizzare le prospettive future di questi derivati marini ACE-inibitori come nuovi farmaci terapeutici candidati per curare l’ipertensione. Per ulteriori informazioni clicchi qui

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato