Dicloroacetato, generico che dà nuove speranze contro glioblastoma

Tania Vuoso | 20/05/2010 16:31

anziani cavo-orale mucosite

Un farmaco generico, su cui da tempo si concentrano le speranze per nuove cure anticancro, si è dimostrato efficace contro forme di tumore cerebrale aggressive. E' il dicloroacetato (DCA), utilizzato per la cura di disturbi neurologici rari nei bambini, che in uno studio di piccole dimensioni sull'uomo ha dato risultati promettenti, come spiegano i ricercatori dell'università Canadese di Alberta su 'Science Translational Medicine' online. I ricercatori hanno sperimentato il farmaco, che aveva funzionato sugli animali anche in altri studi, su cinque pazienti in fase terminale. Il farmaco ha influito sul metabolismo del tumore modificandolo.
 

In quattro dei cinque pazienti i ricercatori hanno osservato che il tumore, dopo 15 mesi di trattamento, non cresceva più. I test successivi sulle cellule prelevate hanno dimostrato che il DCA aveva ucciso le cellule cancerose.
Secondo i ricercatori il DCA "ha efficacia clinica e, probabilmente, non crea danni", dice Evangelos Michelakis, dell'università Edmonton (Alberta). Si tratta solo di risultati
preliminari, ammettono i ricercatori, ma molto promettenti. La particolarità di questo studio è costituita dai finanziamenti 'atipici'. Il direttore di una radio canadese, Peace-River, che aveva perduto una sorella per un cancro, dopo aver scoperto la mancanza di fondi destinati al laboratorio di Michelakis, ha mobilitato gli ascoltatori raccogliendo 365.000 dollari. La molecola, infatti, non attrae gli interessi delle aziende farmaceutiche perché non è brevettabile, e non ci sono prospettive di guadagno.
Fonte: Adnkronos