Con tecniche hi-tech interventi di implantologia anche per chi ha osteoporosi

Odontoiatria | Adelaide Terracciano | 27/05/2010 15:30

Buone notizie per i pazienti affetti da grave osteoporosi. "Anche per loro oggi si possono effettuare interventi di implantologia mediante terapie specifiche preparatorie al miglioramento della qualità dell'osso". Ad annunciarlo è Francesco Riva, direttore dell'Unità operativa complessa di Chirurgia dell'ospedale G. Eastman di Roma, oggi al primo Congresso nazionale di BioMat-Ch 'Biomateriali in chirurgia orale', dove esperti da tutto il mondo hanno fatto il punto sulle ultime novità dell'odontoiatria 'hi-tech'.

Diversi i temi affrontati, tra cui: l'emofilia, l'osteoporosi, la medicina rigenerativa. "Oggi - spiega Riva - possiamo dimenticare la fastidiosa dentiera mobile inserendo due impianti e applicando una protesi che non si muove creando imbarazzo al paziente. Inoltre - aggiunge - non è più necessario prelevare dell'osso da paziente per innestarlo nella bocca. Con i nuovi biomateriali (sostituti d'osso), uniti a fattori che stimolano lo sviluppo cellulare e vascolare, questi interventi possono essere eseguiti ambulatoriamente, senza ricovero". Novità anche sul fronte della medicina rigenerativa. "Nei prossimi anni - spiega Riva - sarà possibile ricreare dalle cellule dello stesso paziente, osso e gengiva in quantità sufficiente a riparare difetti di notevoli dimensioni e mediante la nano medicina la somministrazione di farmaci elettivi per alcune cellule malate".

Fonte: Adnkronos

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato