Fofi, la farmacia dovrà essere il nuovo modello di assistenza sul territorio

Redazione DottNet | 31/05/2010 09:43

Un nuovo modello per la farmacia del domani. Lo impongono lo sviluppo e le necessità che via via vengono dal territorio. “C’è la volontà di puntare sulle farmacie come perno del nuovo modello di assistenza sul territorio – afferma il presidente della Fofi Andrea Mandelli -. Dobbiamo spingere affinché alla riforma del servizio farmaceutico, ora in discussione alla Commissione Igiene e Sanità del Senato, siano apportate le integrazioni necessarie per la stabilità del sistema, ivi compresa una nuova forma di remunerazione. Nel 2006, quando abbiamo prospettato la nascita della farmacia dei servizi abbiamo legato questo nuovo assetto alla riforma della remunerazione. Del resto, l’onorario professionale sarà anche la chiave per remunerare i futuri servizi che le farmacie renderanno ai cittadini una volta che saranno emanati i decreti attuativi della Legge 69/2009”.

“Il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio ha molto chiaramente indicato che va perseguito lo spostamento dell’assistenza sul territorio, dove le farmacie sono una presenza fondamentale, anche ai fini della razionalizzazione della spesa e riteniamo che questo orientamento debba essere considerato dal Ministero dell’Economia, evitando tagli che potrebbero destabilizzare il servizio farmaceutico” aggiunge il Segretario della Federazione Maurizio Pace.

“Sono fiducioso” tiene a sottolineare il vicepresidente della Federazione, Senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri “che il Governo che ha sostenuto la nascita della farmacia dei servizi saprà valutare con attenzione l’impatto che questa manovra avrà sul sistema e quindi individuare misure compensative per garantire lo sviluppo della farmacia centro polifunzionale di servizi, mantenendo i livelli occupazionali e l’efficienza del sistema”.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato