Accordo tra Nerviano Medical Sciences e Guizhou Yibai Pharmaceutical Co Ltd per Nemorubicina

Anna Rita Formicola | 14/06/2010 15:55

Dopo il divorzio, prima, e la rinegoziazione, poi, con la Pfizer avvenuti nel corso del mese scorso, il centro di ricerche oncologiche Nerviano Medical Sciences (NMS) ha firmato un accordo con la società Guizhou Yibai Pharmaceutical Co Ltd di Pechino che concede una licenza esclusiva al mercato cinese dei diritti di sviluppo e sfruttamento di una molecola antitumorale. Nello specifico si tratta della "Nemorubicina", un’ antraciclina di terza generazione, indicata per il trattamento loco-regionale del tumore primario del fegato ( particolarmente diffuso in Cina ) e che ha già raggiunto il livello di sviluppo di Fase 2 in Europa e negli Stati Uniti.

La molecola, che si intercala nel DNA inibendo la topoisomerasi I, si è rivelata efficace su un ampio spettro di modelli tumorali, significativamente diverso da quello su cui altre antracicline sono attive. Il composto agisce anche su alcuni tipi di tumori resistenti alle attuali terapie. Oltre 300 pazienti in Europa, USA e Cina sono stati trattati con nemorubicina, impiegata secondo diversi schemi posologici e attraverso diverse vie di somministrazione. Dopo il pericolo della crisi di liquidità che ha esposto l’NMS al rischio di  chiusura, l’accordo con la società cinese, attiva nello sviluppo, produzione e commercializzazione di farmaci e prodotti chimici farmaceutici, segna la ripresa del maggior centro italiano di ricerca e sviluppo di farmaci antitumorali innovativi, nonché uno dei più grandi in Europa, attualmente per l’80 % di proprietà della Congregazione dei Figli della Immacolata Concezione

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato