Addio angioplastica, arriva tecnica anti-aterosclerosi

Cardiologia | | 14/06/2010 11:43

Arriva un'alternativa promettente all'angioplastica ad alta pressione per i pazienti affetti da aterosclerosi. E' una nuova tecnologia sviluppata da Cardiovascular Systems Inc. (Csi) con il software SolidWorks* e si chiama arteriectomia orbitale, annuncia una nota. Questa nuova procedura utilizza sonde arteriose monouso diamantate simili a cateteri per asportare le placche aterosclerotiche che possono avere una durezza paragonabile all'osso.

Un'attenta smerigliatura ad alta velocità può aprire un varco per migliorare il flusso sanguigno, ridurre il rischio di rottura dei vasi e il distacco di coaguli che possono causare un infarto. Da notare che oltre il 99% di queste particelle ha dimensioni più piccole di un globulo rosso e viene eliminata attraverso il flusso sanguigno del paziente. "La procedura - afferma Christopher Narveson, direttore di progettazione Csi - può aiutare un paziente confinato a letto ad alzarsi e camminare, può eliminare la necessità di amputare con le devastanti conseguenze che ciò ha per chiunque".

Fonte: Adnkronos

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato