Fda ed Emea, Italia protagonista sistema del futuro

Adelaide Terracciano | 18/06/2010 12:59

aifa emea farmaci fda

Italia al centro del sistema farmaceutico mondiale del futuro, grazie al metodo di lavoro avanzato che il nostro Paese ha adottato nella valutazione dei medicinali. E' l'opinione condivisa dell'Ema, l'ente regolatorio europeo sui farmaci, e della Food and Drug Administration (Fda), l'agenzia americana, espressa in occasione dell'incontro 'Istituzioni e Imprese insieme per la salute e gli investimenti' organizzato a Washington DC per avvicinare le imprese italiane a quelle americane. "Ho avuto il privilegio di guidare l'Ema per 9 anni - ha evidenziato Thomas Lonngren, direttore esecutivo dell'Agenzia europea sui farmaci - e recentemente abbiamo ricevuto la valutazione positiva del nostro operato da parte della Commissione europea. Ma il futuro si preannuncia difficile: c'è un calo di produttività di nuovi farmaci da parte delle aziende e il nostro dovere è chiederci se c'è qualcosa che possiamo fare. A mio parere questo qualcosa esiste, ed è rappresentato dal dialogo fra diversi Paesi e continenti. Si pensi alla globalizzazione e al modo in cui il mondo diventerà un unico grande supermercato, anche per quanto riguarda i farmaci".

"Occorre lavorare insieme - ha aggiunto - aprire le porte, dare impulso alla trasparenza e cogliere le opportunità che la scienza offre, ad esempio con le terapie personalizzate e i biomarker. l'Italia in questo contesto ha un ruolo importante all'interno della rete europea di regolamentazione e di farmacovigilanza: si pensi a come ha gestito l'emergenza contaminazione da eparina e a come, per questo, rappresenta un esempio". "L'Aifa – ha aggiunto Murray Lumpkin, commissario per i programmi internazionali della Fda - è la prima agenzia nazionale con cui la Fda abbia stretto un accordo di collaborazione, lo scorso dicembre. Il farmaco non è più un affare nazionale, e nemmeno continentale, bensì mondiale. Anche se il nostro mandato è ancora nazionale, potremo assicurare medicinali sicuri ed efficaci solo se lavoreremo insieme alle altre agenzie".

Fonte: Adnkronos