Metformina-gliburide nella gestione del diabete gestazionale

| 21/06/2010 10:32

enpam medicina-generale pensione previdenza

Uno studio condotto dal dipartimento di Ostreticia della “University of the Region of Joinville (UNIVILLE)” in collaborazione con il “Darcy Vargas Maternity Hospital Joinville, il ” Dona Helena Hospital Joinville” e il “UNIMED Hospital Center Joinville” in Brasile, ha avuto lo scopo di valutare il controllo glicemico e i risultati neonatali in donne affette da diabete mellito gestazionale (GDM), che sono trattate con metformina o gliburide. Per tale scopo donne affette da diabete mellito gestazionale, per le quali una dieta appropriata non è stata sufficiente a controllare i loro livelli di glucosio, sono state randomizzate in gruppi di trattamento con metformina o gliburide. Se la dose massima è stata raggiunta il farmaco valutato è stato sostituito da insulina.

Le misure di outcome primario analizzate sono state: i livelli di glucosio materno durante la gravidanza, il peso alla nascita, i livelli di glucosio neonatale. L'unica differenza significativa, che si è riscontrata nei risultati ottenuti con i due differenti trattamenti farmacologici, è stato il peso materno, il quale è aumento durante la gravidanza nel gruppo trattato con gliburide(n = 32) rispetto al gruppo trattato con la metformina (n = 40) (10.3kg vs 7.6kg, P = 0,02). Nessuna differenza è stata riscontrata nel fallimento terapeutico, il livello medio di glicemia a digiuno o post-prandiale, il tasso di partecipanti con l'emoglobina glicata, il peso alla nascita, il tasso di neonati grossi per età gestazionale o di neonati con ipoglicemia. Concludendo il trattamento del diabete mellito gestazionale con metformina o gliburide è risultato essere equivalente sia per le donne e sia per i neonati.

Fonte: Silva JC, Pacheco C, Bizato J, de Souza BV, Ribeiro TE, Bertini AM. Metformin compared with glyburide for the management of gestational diabetes. Int J Gynaecol Obstet. 2010 Jun 12.