Federsanità: sviluppare l’assistenza primaria per ridurre i costi. Mmg pronti alla sfida

| 24/06/2010 10:54

Federsanità medicina-generale professione sanità-pubblica

Lo sviluppo dell'assistenza primaria è l'unica ricetta per abbattere i costi della sanità. Questo il messaggio lanciato Federsanità - Confcooperative alla Tavola Rotonda ''La rete della sanità è cooperativa'', organizzata al Palazzo dei Congressi dell'Eur, in occasione del Forum Internazionale della Salute, Sanit 2010. Nell'assistenza primaria - osserva in una nota Giuseppe Milanese, presidente della Federsanità Confcooperative - una giornata di assistenza domiciliare, anche nei casi più gravi, non costa più di 100 euro al giorno, rispetto ai circa 600 euro in media del costo di una giornata ospedaliera.

 Medici di medicina generale, farmacie, operatori sanitari domiciliari e fondi integrativi mutualistici sono pronti a raccogliere questa sfida. La realizzazione di un'efficace continuità assistenziale, la fornitura di attività specialistiche, l'abbattimento delle liste di attesa, la riduzione dei ricoveri ospedalieri non appropriati, l'attivazione dei percorsi assistenziali più adeguati sono – concludono in Federsanità - solo alcuni dei problemi sui quali Federsanità sta proponendo alle istituzioni pubbliche una risposta cooperativa, integrata, efficace e di qualità attraverso una rete di 200 cooperative, 5.600 occupati, 55.000 soci e un volume d'affari di 4 miliardi di euro.