Fimmg Lombardia, due milioni di rimborsi Irap per i medici di famiglia

Redazione DottNet | 25/06/2010 14:57

"Ci sono circa due milioni  di euro di rimborsi Irap in ballo per i medici di famiglia che si sono rivolti al Pronto soccorso legale della Fimmg (Federazione italiana  medici di famiglia) Lombardia, con il supporto degli avvocati Paola Ferrari e Luigi Bertolino". Ad annunciarlo è il segretario della Fimmg

Lombardia, Fiorenzo Corti. "Sono 200 i ricorsi al momento presentati all'Agenzia delle entrate", spiega. E in due anni, fa il punto Corti, "il Pronto soccorso legale,  con la vittoria in primo grado di 23 cause su 29, ha già fatto recuperare ai medici di famiglia 284 mila euro. I primi ricorsi sono  stati proposti davanti alla Commissione tributaria di Milano". In un secondo momento "anche gli iscritti Fimmg di Bergamo, Brescia,  Mantova, Varese e Lecco hanno conferito mandato per il recupero dell'Irap".

 

La Fimmg, prosegue il segretario regionale, "in tutte le sedi  sostiene che l'autonoma organizzazione dei medici di famiglia convenzionati con il Ssn in nessun caso è in grado di incrementarne la capacità reddituale, poiché i compensi derivanti dalla loro attività  non possono comunque superare il limite della 'quota capitaria', una  quota sostanzialmente forfettaria pagata dal Servizio sanitario in  base al numero dei cittadini iscritti negli elenchi di ciascun medico,

a prescindere dal valore e dalla quantità dei beni strumentali  impiegati. Se non c'è incremento di capacità reddituale - conclude Corti - l'Irap non è dunque dovuta. Proseguiremo per questa strada".  Per facilitare l'accesso dei medici iscritti alla Fimmg ai servizi del Pronto soccorso legale, annuncia l'organizzazione sindacale in una  nota, "è stato attivato un accesso in video conferenza tramite Skype.  I primi a collegarsi sono stati i medici di Mantova e tutto ha  funzionato perfettamente. Da oggi il servizio è attivo su tutto il  territorio regionale".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato