Fecondazione: nuovo metodo riduce malformazioni bimbi in provetta

| 25/06/2010 15:16

farmaci generici sanità-pubblica ministero-economia

Meno rischi di malformazioni per i 'figli della provetta'. Il tutto grazie alla nuova tecnica Imsi (Intra MorfologicSpermInjection). Questa evoluzione tecnica sarà presentata domani a Roma nel corso del Congresso mondiale sull'infertilità maschile presieduto dal ginecologo Severino Antinori. I dati relativi alla nuova procedura saranno illustrati da ricercatori israeliani, che presenteranno i risultati ottenuti nel Paese con l'iniezione intracitoplasmica di spermatozoi morfologicamente selezionati, che permette la scelta dei gameti "utilizzando un microscopio ad alto ingrandimento, senza colorazione e in tempo reale".

Secondo i dati disponibili i bambini con malformazioni nati dalla fecondazione assistita Icsi costituiscono circa il 4% del totale rispetto al 2% dei piccoli nati con metodi naturali. Con la Imsi si è scesi a circa l'1% di malformazioni, dimezzando addirittura i risultati ottenuti naturalmente. "Adesso è possibile utilizzare anche una tecnica più approfondita per l'esame del seme maschile, denominata Msome - spiega Antinori - che ci permette di indicare con assoluta precisione le possibilità di fecondazione di ogni singolo individuo. L'uomo potrà quindi conoscere la sua reale possibilità di diventare padre".

Fonte: Adnkronos